• Cinema

    “Il deserto dei Tartari”, Valerio Zurlini (1976)

    Immagine tratta dal film. Non è semplice mettere in scena un racconto dalle atmosfere sospese e ambigue, narrativamente statico come “Il deserto dei Tartari” di Dino Buzzati. Libro contro film è una disputa che non ha nemmeno senso; trattasi di linguaggi diversi, e ogni regista che si cimenti in una trasposizione da libro a pellicola non può semplicemente limitarsi ad un taglia e cuci del soggetto originale. Questo Valerio Zurlini lo sapeva bene, e del suo film, realizzato nel 1976, sei anni prima della sua morte, non si può certo dire che sia privo di suggestione; eppure la mancanza di originalità del soggetto sembra frenargli un po’ il cammino, e…