• Cinema

    “Rebel without a Cause”, Nicholas Ray

    James Dean era da poco scomparso nel fatale incidente d’auto che pose fine alla sua vita a soli 24 anni, quando “Rebel without a Cause” venne proiettato nelle sale americane. Correva l’anno 1955, e James Dean, ormai leggenda, divenne icona del malessere giovanile e di un atteggiamento da duro sofferente. Nicholas Ray centra il colpo e pur non firmando il proprio capolavoro (è per “Johnny Guitar” che Godard disse “Le cinema, c’est Nicholas Ray.”), affonda nell’immaginario collettivo iI giubbetto rosso, i jeans impolverati, i capelli pettinati a banana e gli stivali pronti a scattare di James Dean, ribelle pur non avendone motivo, come nell’omonimo titolo del saggio dello psichiatra Robert…