• Delirio Asakiano,  Riflessioni personali

    … e 6!

    Vabbè, uno che piazza il ritratto di Kafka in un ufficio del FBI si ama a prescindere. Se poi quell’ufficio appartiene addirittura a Gordon Cole… Insomma, sto vedendo “Twin Peaks 3”; mi sono finalmente decisa dopo un anno di tentennamenti. Mi sta piacendo tantissimo; è un concentrato della poetica e della storia filmica di Lynch, pare quasi quel “ho rivisto tutta la mia vita in un attimo” di cui si parla nei momenti in cui si avvicina la fine; è rivedere tutti i film e l’immaginario di Lynch, questa volta particolarmente sensibile ai temi dell’anzianità, della solidarietà (e della mancanza di essa), del femminile, dell’umanità. Ecco, di umanità c’è parecchio…

  • Riflessioni personali

    Della natura delle cose

    Mi domando sempre più di frequente cosa ne sarà di questo blog. Asaka ha iniziato a far sentire la propria voce parlando di cinema e di libri. Poi di riflessioni personali, soprattutto sul mondo del lavoro, ovvero sul mondo della non-vita in cui si sta trasformando questa società occidentale. Occasionalmente questo blog ha avuto spazi di delirio e scemitudine, a testimonianza di un Io che davvero faceva difficoltà a percepirsi come adulto e assennato. E poi piano piano i tempi di ogni post si sono diradati, i toni hanno preso la via della serietà, e cinema e libri (cinema, soprattutto) sono tornati ad essere protagonisti assoluti. Ho parlato sempre meno…

  • Delirio Asakiano,  Riflessioni personali

    Scemitudine

    “Scemitudine” è un lemma non presente nei dizionari da me consultati. Sarebbe invece ora di inserirlo. L’origine del nome è il latino semus, “mezzo”. Indica quindi la mancanza di qualcosa, di una parte. La scemitudine è una dote di cui onestamente, a differenza della scemenza, mi sono sempre vantata. Anzi, da quando ho scoperto di non essere più in grado di pensare cose sceme ho sentito, appunto, mancare una rilevante parte di me. Ma vediamo più nello specifico cosa intendo per “scemitudine”. Apporterò degli esempi a sostegno della mia tesi nel seguente elenco (era troppo tempo che non ne stilavo uno). Si definisce “scemitudine asakiana”: – quando ai tempi dell’università…