• Libri

    Oblomovismo

    L’Ottocento russo è un secolo di grandi scrittori. Puškin, Dostoevskij, Gogol’, Turgenev, Čechov, Tolstòj… E Ivan Aleksandrovič Gončarov, autore più defilato, meno prolifico, creatore di un neologismo entrato nella storia della letteratura e della cultura moderna: oblomovismo. Gončarov inizia a scrivere nel 1847/1848 quella che diventerà la prima parte di “Oblómov”, ma è una scrittura lenta, faticosa. Vive da anonimo impiegato, ma ha già mosso i primi timidi passi nel mondo della letteratura, sotto la protezione del nume tutelare Vissarion Grigor’evič Belinskij, grande critico letterario e presenza intima nella vita dell’autore, a disagio tra personalità ben più forti come Gogol’ e Dostoevskij. Un’amicizia destinata a finire a breve per la…