Skip to content →

Asaka nel mètro - Altrove... tra cinema, libri e pensieri Posts

“Pugna d’amore in sogno” e altri scherzi di Raoul Ruiz

C’è un giovane studente di teologia torturato dalla lettura di Cartesio. C’è uno specchio che ruba tutto ciò che riflette. C’è un dipinto in grado di curare le malattie e spargere concupiscenza ovunque. Ci sono 22 anelli che, posseduti assieme ad una croce di Malta, permettono al possessore di vivere…

Leave a Comment

“Cassandra”, profetessa inascoltata nelle parole di Christa Wolf

Nell’affascinante e complesso mondo letterario greco, il mito di Cassandra è fra quelli che amo maggiormente, e non solo io a quanto pare, se il nome di questo personaggio è diventato perfino proverbiale. Secondo la leggenda, Cassandra ha un dono profetico cui però si accompagna una grave maledizione: pur prevedendo…

Leave a Comment

“Rescue Me”, serie simbolo dell’11 settembre

Io e le serie televisive abbiamo un rapporto molto conflittuale e difficile. Essendo che da fanciullina ne sciroppavo una dopo l’altra senza perdermene mai una puntata, alla veneranda età di 20 anni giunsi alla conclusione che fosse necessario porre fine a codesto andazzo, o lo studio universitario sarebbe andato a…

Leave a Comment

“Cluny Brown” e l’arte di riparare i tubi dei lavandini

Ognuno di noi ha dei film a cui ripensa con affetto e particolare gratitudine verso chi li ha realizzati. Asaka prova questa sensazione ogni volta che rivede una certa dozzina di film, e “Cluny Brown” è sicuramente da includere nel novero. Lo so che è brutto fare i nostalgici che…

2 Comments

“Margaret”, un’ambigua storia di espiazione

È giunto nei cinema italiani ai primi di giugno “Margaret”, film dalla produzione travagliata diretto da Kenneth Lonergan, regista di “Conta su di me” nonché sceneggiatore per Scorsese in “Gangs of New York”. Il film è apparso nelle sale americane l’anno scorso, ma il progetto era in essere già dal…

3 Comments

Ragazzine terribili nel metrò – “Zazie dans le métro”, Raymond Queneau

Avere dei nipoti, al giorno d’oggi, può essere una grande responsabilità. Specie se questi dolci fanciulli non conoscono il senso della vergogna e infilano una parola volgare ogni tre pronunciate. È pur vero che uno zio deve essere un esempio morale per il fanciullo, e la cosa può risultare abbastanza…

4 Comments

Chi sono e perché questo blog

CHI SONO   Sono una fanciulla tenera, gentile e rompiscatole (molto), cresciuta con la venerazione precoce dei libri (grazie, nonna T.)  e quella tardiva dei film (grazie, enrico ghezzi). Tra queste due passioni ci metto pure quella per i manga, per la pittura, per il disegno, per la musica, per…

4 Comments