Skip to content →

Asaka nel mètro - Altrove... tra cinema, libri e pensieri Posts

06/12/2017

      E poi scrivono che il principio di autoderminazione dei popoli di wilsoniana memoria è un principio inderogabile del mondo contemporaneo.        

Leave a Comment

“A qualcuno piace caldo”, Billy Wilder (1959)

Se la Hollywood di oggi è in piena crisi, e non mi riferisco certo alla caccia alle streghe scatenatasi per i vari scandali di abusi sessuali, bensì alla qualità di un’industria cinematografica che pare abbia poco da dire da diversi anni, è impossibile contare i nomi di registi e sceneggiatori…

Leave a Comment

Preve

La mia estate è stata segnata da un libro. “Una nuova storia alternativa della filosofia: il cammino ontologico-sociale della filosofia”. Poche balle, la recensione non la faccio perché non ne sono capace. Mi diverto a ipotizzare quanto tempo l’ultima fatica di Costanzo Preve, scomparso nel 2013, impiegherà a sedimentare nella…

Leave a Comment

“Guendalina”, di Alberto Lattuada (1957)

L’estate volge al termine, e non potrebbe esservi film migliore, per celebrare il profumo delle vacanze ormai consumatesi, di “Guendalina”, pellicola forse tra le più riuscite di Alberto Lattuada. Il film si apre con un’ultima giornata di vacanza di un gruppo di adolescenti in Versilia. Tra balli, spiaggia e biciclette,…

Leave a Comment

Cinque anni

È dagli inizi di luglio che ci penso, ma per un motivo o per l’altro non ho mai avuto occasione di scrivere questo post, anche se non l’ho dimenticato. Non ho dimenticato che nel luglio 2012 ho iniziato l’avventura con questo blog. Sono già passati cinque anni, io sono cambiata,…

Leave a Comment

“L’arte del sogno”, Michel Gondry (2005)

Uno dei significati principali di “La Science des rêves“ del regista francese Michel Gondry balza all’occhio nel confronto con la traduzione italiana, “L’arte del sogno”. La distribuzione nostrana ha puntato sul lato artistico del film, un’arte manuale e vintage, a metà tra l’infantile e il nostalgico, tradendo il riferimento originale…

Leave a Comment

“Lettere”, Charlotte, Emily e Anne Brontë

Sei vite solitarie e sfortunate nelle selvagge brughiere dello Yorkshire; sei esistenze talentuose terminate precocemente. Maria, Elizabeth, Branwell, Charlotte, Emily ed Anne Brontë, ovvero i fratelli più celebri nel mondo della letteratura, vissero presso Haworth, dove il padre, il reverendo Patrick Brontë, si era stabilito assieme alla moglie Maria Branwell. I…

Leave a Comment