2 Comments

  1. Jules
    4/15/2014
    Reply

    Ciao, Asaka.

    Basta, ho come la sensazione di essere l’unico homo sapiens sapiens a non aver ancora visto il fantomatico Sátántangó.
    Dovrò necessariamente trovare un po’ di tempo libero (perché intendo guardarlo senza interruzioni, un boccone unico…. *__*) e, soprattutto, il coraggio necessario. È pur sempre un’impresa.
    L’alone di leggendarietà che lo circonda costringe ogni buon amante del Cinema a intraprendere quest’avventura (termine sicuramente più adatto di un semplice “visione”).
    Mi sono convinto ieri quando ho visto questa analisi.
    Contento di leggere dei tuoi nuovi pensieri intrisi di passione cinefila (gli unici ai quali credo di poter rispondere senza sembrare uno stralunato >__<).

    • Asaka
      Asaka
      4/15/2014
      Reply

      Ciao Jules,
      ammetto di averlo visto ad episodi (un’ora al giorno circa per una settimana); sette ore di fila non ce la potevo fare.
      Spero che ti piacerà, quando lo avrai visto, e che mi farai sapere il tuo parere.
      Penso che un film come questo vada visto non perché sia un must-see, ma perché insegna qualcosa sull’uomo.
      La mia passione cinefila è un po’ incostante, ma spero di non perderla mai.

      gli unici ai quali credo di poter rispondere senza sembrare uno stralunato >__<

      Sul sembrare uno stralunato non puoi competere con me, non ti ci mettere neppure. ;P

      Contenta io di averti letto. Grazie, Jules.

Add Comment Register



Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *